VILLA MAGIOLA - via Masseria Lapilli, 27 (trav.sa di via Plinio, altezza civico 99 - Rif. distributore Eni) - 80045 Pompei (NA)

Lingue
Capri è un'isola nel golfo di Napoli, di fronte alla penisola sorrentina, è celebrata per la sua bellezza sin dai tempi dell'impero romano. La costa è frastagliata con numerose grotte, cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l'Impero. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi, furono descritti da moltissimi scrittori e poeti. Lussureggiante, straordinaria, dal clima mite. Di origine calcarea, Capri è l'isola mediterranea che ha visto nel tempo transitare intellettuali, artisti e scrittori, tutti rapiti dalla sua magica bellezza. Un mix di storia, natura, mondanità, cultura, eventi, che qui si incontrano tutti i giorni e che hanno dato vita al Mito di Capri, un mito senza eguali nel mondo.
IN TRENO
Prendere la Circumvesuviana in Piazza Porta Marina Superiore (100 mt da Villa Magiola) direzione Sorrento o Napoli e prendere l’aliscafo o il traghetto.
Durata: 45 min.
Per ulteriori informazioni consultare il sito: http://www.capritourism.com/
Ercolano: solo il nome evoca tutto un fascino, una dimensione, un mondo lontano, ricco di storia e di archeologia, di passato e di arte, eppure del tutto vicino e immerso nella cittadina di oggi alle pendici del Vesuvio. Seppellita sotto una coltre di cenere e lapilli a causa dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., insieme alle città di Pompei, Oplonti e Stabiae, l’antica Ercolano fu portata alla luce per pura casualità soltanto nel 1709 per via di alcuni lavori legati alla realizzazione di un pozzo; successivamente le indagini archeologiche hanno subito molti periodi di pausa e di ripresa, fino poi a giungere con un vero e proprio scavo sistematico condotto dall’archeologo Amedeo Maiuri nel 1927. Oggi la città di Ercolano, assieme alle rovine di Pompei e Oplonti, fa parte della lista dei siti archeologici campani del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 a Piazza Porta Marina Inferiore (100 mt da Villa Magiola) e proseguire fino all’uscita Napoli.
Durata: 20 min.
Distanza: 16 Km

IN TRENO
Prendere la Circumvesuviana in Piazza Porta Marina Superiore (100 mt da Villa Magiola) e scendere a Ercolano Scavi.
Prendere le Ferrovie dello Stato in Piazza XXVIII Marzo (1,6 Km da Villa Magiola) e scendere a Napoli Piazza Garibaldi
Durata: 20 min.
L’isola di Ischia è posta all'estremità settentrionale del golfo di Napoli e a poca distanza dalle isole di Procida e Vivara. Con circa 60.000 abitanti è la terza isola italiana più popolosa, dopo la Sicilia e la Sardegna ed è la più grande dell'arcipelago campano. Ischia è famosa per le sue fumarole e acque termali fin dall'antichità. Gli antichi utilizzavano le acque termali per rafforzare lo spirito ed il corpo e come terapia per la guarigione dei postumi di ferite di guerra attribuendo alle acque ed ai vapori che sgorgavano dalla terra poteri soprannaturali. Se i Greci furono i primi a conoscere le proprietà delle acque termali, i Romani le decantarono come strumento di cura attraverso la realizzazione di Thermae pubbliche. Ancora oggi sono numerose le sorgenti presenti sull’isola.
IN TRENO
Prendere la Circumvesuviana in Piazza Porta Marina Superiore (100 mt da Villa Magiola) direzione Napoli e prendere l’aliscafo o il traghetto.
Durata: 45 min.
Prendere le Ferrovie dello Stato in Piazza XXVIII Marzo (1,6 Km da Villa Magiola) direzione Napoli e prendere l’aliscafo o il traghetto.
Durata: 60 min.
Napoli è in posizione pressoché centrale sull'omonimo golfo, tra il Vesuvio e l'area vulcanica dei Campi Flegrei in uno scenario definito 'tra i più celebrati e incantevoli al mondo'. Il suo vasto patrimonio artistico ed architettonico è tutelato dall'UNESCO, le cui commissioni hanno incluso il centro storico di Napoli tra i siti del patrimonio mondiale dell'umanità. Il suo ricco patrimonio artistico e culturale, rappresentato da palazzi reali, castelli, fontane, chiese, musei e teatri, merita di essere visitato. Nel corso della sua storia quasi millenaria Napoli ha visto il susseguirsi di lunghe e numerose dominazioni straniere, rivestendo una posizione di rilievo in Italia e in Europa. La cucina campana è come tutte le cucine regionali, vincolata ai prodotti e dal clima del luogo. Simbolo della cucina napoletana è senza dubbio la pizza margherita, preparata con pomodoro, mozzarella e basilico in onore del tricolore e della regina Margherita in visita a Napoli.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 a Piazza Porta Marina Inferiore (100 mt da Villa Magiola) e proseguire fino all’uscita Napoli.
Durata: 30 min.
Distanza: 25 Km

IN TRENO
Prendere la Circumvesuviana in Piazza Porta Marina Superiore (100 mt da Villa Magiola) e scendere a Napoli.
Durata: 20 min.
Il Santuario della Madonna del Rosario e' uno dei maggiori centri di devozione mariana d'Italia, entrando in Basilica dalla porta centrale, si passa sotto la monumentale opera cantoria dell'arch. Giovanni Rispoli, con bellissimi intagli, sede di uno dei migliori organi, costruito dalla ditta del Cav. Pacifico Inzoli di Crema ed inaugurato l'8 maggio 1890 e successivamente ampliato. Il quadro della venerata Madonna di Pompei, tela seicentesca, della scuola di Luca Giordano, restaurata nel 1965, adorna di gemme e racchiusa entro una ricca cornice di bronzo è posto sull'altare maggiore; attorniata dai Misteri del Rosario, dipinti su rame da Vincenzo Paliotti. Le cappelle laterali del tempio sono dedicate ai Santi particolarmente venerati nel Santuario, nella volta sono rappresentati i misteri del Rosario realizzati in mosaico dalla Scuola Vaticana.
Il Santuario di Pompei dista da Villa Magiola 10 minuti a piedi
Famosi in tutto il mondo, gli scavi di Pompei e di Ercolano sono gli unici siti archeologici al mondo, in grado di restituire al visitatore un centro abitato romano, la cui vita è rimasta ferma ad una lontana mattina del 79 d.C. La città deve il suo eccezionale stato di conservazione alle modalità con cui è stata sepolta. Tonnellate di ceneri, pomici e lapilli l'hanno coperta sotto uno strato di oltre 6 metri preservandola, nel contempo, dalla maggior parte delle offese del tempo. Gli stessi materiali piroclastici, cementandosi attorno ai corpi investiti, ne hanno conservato l'impronta, consentendo agli archeologi di restituirceli negli atteggiamenti assunti a seguito di brevi ma atroci agonie. La città italica ha lasciato moltissime tracce di se. Essa, infatti, inizialmente abitata solo nella zona dove attualmente si trova il foro, si estese successivamente assumendo l'impianto ad isolati rettangolari (insulae) ancora visibile. Anche molti edifici attualmente visitabili furono realizzati nel corso del II secolo a.C. prima che Pompei, in seguito alla guerra sociale che l'oppose a Roma, fosse conquistata da L. Cornelio Silla divenendo colonia romana (80 a.C.). Negli anni della colonia vi furono alcune importanti realizzazioni, quali le Terme del Foro e l'Anfiteatro. L'aspetto attuale fu comunque raggiunto nella prima età imperiale, epoca cui risalgono la Palestra Grande e gli edifici pubblici sul lato est del Foro. Quest'ultimo, circondato da un portico e dominato dal tempio di Giove, costituisce il cuore della città, il suo centro politico, amministrativo e commerciale. Al Foro si contrappone il quartiere dei teatri, cuore pulsante delle attività culturali e religiose pompeiane, realizzato nel II secolo a.C. Le attività 'ludiche' furono collocate in gran parte all'estrema periferia dove è possibile visitare l'Anfiteatro e la Palestra Grande. Di grande interesse anche le terme pubbliche: quelle del 'Foro' e quelle 'Stabiane', caratterizzate dall'alternarsi d'ambienti a temperatura gradatamente crescente (frigidarium, tepidarium e calidarium).
Gli Scavi Archeologici distano da Villa Magiola 5 minuti a piedi.
Amalfi, da dove prende il nome la Costiera Amalfitana, si presenta ai turisti come luogo fantastico anche se le sue spiagge, eccetto quelle fronte città, sono di fruizione difficile perchè si possono raggiungere o via mare o attraverso lunghe scalinate ma si tratta ad ognimodo di una esperienza unica a stretto contatto con la natura. Il suo clima è di tipo mediterraneo, il Santo padrono è S. Andrea Apostolo. Ad Amalfi si possono godere delle belle passeggiate lungo i caratteristici vicoli e visitare il famoso Duomo.L'offerta turistica è molto variegata si può soggiornare sia in Hotel che in soluzioni B&B oppure in residence addirittura in magnifiche ville. Per chi ama passeggiare si consiglia di recarsi al Vallone delle Ferriere, riserva naturale di gran fascino alle spalle di Amalfi. Si costeggiano ruscelli e vecchie fabbriche che un tempo producevano la tipica carta a mano di Amalfi.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 a Pompei a Via Acqua Salsa (3 Km da Villa Magiola) e proseguire fino all’uscita Vietri sul Mare.
Proseguire su SS163 verso Amalfi fino al Km 30,5
Durata: 60 min.
Distanza: 45 Km
Sorrento occupa una posizione estremamente vantaggiosa. Situata su uno sperone roccioso di 50m può offrire ai turisti un suggestivo 'balcone' da cui osservare tutto il Golfo, Napoli compresa, Capri e il profilo inconfondibile del Vesuvio. Protesa nel mare Tirreno, separa il golfo di Napoli dal golfo di Salerno. È completamente attraversata dalla catena dei Monti Lattari e termina con punta Campanella, di fronte all'isola di Capri. Tutte le località della penisola hanno una antica e consolidata vocazione turistica e sono conosciute in tutto il mondo per le loro bellezze naturalistiche. Tutti i comuni della Penisola Sorrentina sono attraversati dalla Strada Statale 145 Sorrentina, unica arteria stradale che consente i collegamenti fra i comuni della zona.
IN AUTO
Passare per Castellammare di Stabia e prendere la Strada Statale N°145 ed entrare a Sorrento
Durata: 35 min.
Distanza: 28 Km

IN TRENO
Prendere la Circumvesuviana in Piazza Porta Marina Superiore (100 mt da Villa Magiola) e scendere a Sorrento.
Prendere le Ferrovie dello Stato in Piazza XXVIII Marzo (1,6 Km da Villa Magiola) e scendere a Sorrento
Il monte Vesuvio è situato leggermente all'interno della costa del golfo di Napoli, ad una decina di chilometri ad est del capoluogo campano si tratta di un vulcano particolarmente interessante per la sua storia, fa parte del sistema montuoso Somma - Vesuvio ed è alto 1281 metri.La visita al cratere inizia dal parcheggio a quota 1000m., dove tutti i mezzi di trasporto si fermano e il restante dislivello viene coperto a piedi.La visita si consiglia di effettuarla quando il sole è ancora alto e con il bel tempo, in quanto in presenza di forti temporali o di neve, la strada viene chiusa.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 a Piazza Porta Marina Inferiore (100 mt da Villa Magiola) in direzione Napoli, uscire a Torre del Greco e proseguire per il Vesuvio.
Durata: 30 min.
Distanza: 23 Km

IN AUTOBUS
Prendendo l’autobus a (3 minuti a piedi da Villa Magiola) da Piazza Anfiteatro
Durata: 30 min.
Capoluogo di una delle più vaste province d'Italia è' situata nell'omonimo Golfo, immediatamente a ridosso della costa amalfitana e degli importanti scavi archeologici di Paestum e Pompei. La città è ricca di vestigia storiche e culturali specie dell'età longobarda e normanna, tra le quali va menzionata la splendida cattedrale dove riposano i resti di S. Gregorio Magno. Il centro storico della città, che si estende su di una superfice di circa 40 ettari, è uno dei più interessanti, sotto il profilo artistico, architetturale e culturale, dell'intera Italia meridionale. Sul piano culturale la città è ricca di occasioni ed iniziative. Il Teatro Municipale G. Verdi, opera della seconda metà dell'800, ospita una stagione concertistica e teatrale di rilievo nazionale. L'estate spettacolare salernitana, da giugno a settembre, offre inoltre prestigiosi appuntamenti con la musica, la danza ed il teatro proposti in attrezzate strutture mobili realizzate per l'occasione. I numerosissimi locali notturni del Centro Storico propongono quotidianamente musica e gastronomia di tradizione e mobilitano un folto pubblico giovanile che affolla le strade del centro antico fino a tarda notte.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 a Pompei a Via Acqua Salsa (3 Km da Villa Magiola) e uscire a Salerno.
Durata: 35 min.
Distanza: 45 Km

IN TRENO
Prendere le Ferrovie dello Stato in Piazza XXVIII Marzo (1,6 Km da Villa Magiola) e scendere a Salerno.
Durata: 35 min.
Migliaia di anni di storia , un affascinante ambiente di montagna sulla splendida costa , e vista l'Italia , che hanno conquistato innumerevoli anime , artisti ispirati e il cuore pieno di passione - questo è Ravello . Eppure è solo l'inizio di quello che troverete in questa affascinante cittadina della Costiera Amalfitana . Ci sono ancora storie da scoprire lungo le sue strade medievali, ville con giardini e sentieri in pietra antica . Ravello è stata nominata la città della musica , ed è sede del Ravello Festival , l'impressionante Auditorium Oscar Niemeyer e una vivace scena culturale .
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 / E45 a Pompei a Via Acqua Salsa (3 Km da Villa Magiola) ed uscire ad Angri
Proseguire per Corbara ed entrare a Ravello
Durata: 60 min.
Distanza: 31 Km
L'ultima spiaggia della Costiera Amalfitana che volge ad oriente è quella di Vietri sul Mare. Il paese, con i suoi 8.200 abitanti, è la località più popolosa della Costiera ed ha una storia antica: è stata fondata dagli Etruschi e poi ampliata dai Romani. Come tutti i paesi della Costiera Amalfitana, Vietri sul Mare ha una forte vocazione turistica. Meta nell’arco dell’anno di centinaia di migliaia di vacanzieri che da tutta Europa si spingono fin qui per ammirare lo spettacolo dei monti che si tuffano nel mare, Vietri sul Mare è famosa per la lavorazione della ceramica. Per chi arriva dal mare lo spettacolo delle maioliche della cupola della chiesa di S. Giovanni Battista è il primo impatto con quest’arte antica che pervade completamente la vita, il commercio e l’attività artigiana di Vietri sul Mare. Le botteghe della ceramica di Vietri sono uno spettacolo nello spettacolo. Le strette vie che si inerpicano sul grande terrazzamento dove sorge il paese, sono costellate di piccoli negozi e botteghe artigiane dove l’arte della ceramica raggiunge livelli davvero unici, sia per forme che per colori.
IN AUTO
Prendere l’autostrada A3 / E45 a Pompei a Via Acqua Salsa (3 Km da Villa Magiola) ed uscire a Vietri sul Mare
Durata: 23 min.
Distanza: 26 Km

IN TRENO
Prendere le Ferrovie dello Stato in Piazza XXVIII Marzo (1,6 km da Villa Magiola) e scendere a Vietri sul Mare
Durata: 75 min.